Adolescenti, due parole in generale

L’adolescenza è un periodo di cambiamento in cui le emozioni sono esplosive.
La vita non ha vie di mezzo e l’idealismo dell’adolescente considera ipocrita e ripugnante il mondo degli adulti con i suoi compromessi.
I ragazzi si interessano alla vita dei genitori, alle loro esperienze che vengono paragonate alle proprie e quando vedono i genitori infelici si preoccupano e cercano per loro stessi una strada migliore. I valori familiari sono confrontati con quelli delle famiglie dei coetanei, come accade per le libertà e le abitudini, in un costante esercizio per trovare similitudini e differenze. I ragazzi si trovano a fare i conti con la propria idea di sé, cercando conferme sul poter essere amati, su quanto valgono, sulla Verità e spesso lottano arrabbiati per la propria Libertà.
Nel rapporto con i coetanei imparano a stare con gli altri e con l’altro sesso passando dalle prime esperienze di coppia, che durano da poche ore a pochi mesi, alle prime esperienze sessuali costellate da alcune bizzarre teorie sul sesso e da alcune, meno strane, sull’amore. Quando le difficoltà diventano troppo grandi hanno ripercussioni su scuola e relazioni: difficoltà scolastiche, solitudine oppure frequentazioni a rischio e maggiore distanza dal mondo degli adulti.

Quando questo accade bisogna intervenire subito per non perdere il controllo. La terapia con un adolescente riguarda lui e separatamente supporta la famiglia nel gestire comportamenti, punto di vista e reazioni.

I ragazzi hanno bisogno di genitori solidi e consapevoli che siano saldi punti di riferimento, ossia non reagiscano a caldo con rabbia o ritorsioni, si relazionino con l’intento di educare e non di punire.

E siano in grado di sopportare l’aggressività dei propri figli.

Per questi motivi è importante che i genitori si mostrino disponibili ad essere raggiunti dai loro ragazzi, a dialogare con loro, a supportarli quando lo richiedono. Allo stesso tempo sono essenziali le regole, tre o quattro, quelle irrinunciabili e volte a proteggerli e che vanno stabilite sulla base della gravità della situazione specifica.

Se stai vivendo le difficoltà del crescere un adolescente e senti di non essere sempre in grado di affrontarle,
puoi contattarmi per un supporto.

a cura del dott. Matteo Marchesi

torna indietro